Boschi e oasi

 

puntini

I boschi naturali ci regalano una fotografia di come doveva presentarsi il paesaggio prima dell'arrivo dell'uomo, mentre i boschi ricreati ci dimostrano il volere di ridare al paesaggio la sua forma originaria, creando oasi nella giungla di cemento.

Bosco WWF di Vanzago

E' uno dei rari casi di bosco di pianura ancora ben conservato esistente nella Pianura Padana, con esemplari centenari di rovere e di farnia. All'area boscata si alternano terreni agricoli, specchi d'acqua e zone umide occupate da canneto e varie specie vegetali protette. Tra i mammiferi é significativa la presenza del capriolo, del toporagno comune, del topo quercino. Numerose le specie di uccelli legate alle zone umide.

Bosco WWF di Vanzago
Bosco di Cesate

Il Parco delle Groane occupa il più continuo ed importante terreno naturale dell'alta pianura lombarda a nord ovest di Milano. Un territorio di brughiera di interesse geologico, costituito da ripiani argillosi che determinano una specificità ambientale e floristica.

 

 

 

La vegetazione dei luoghi è caratterizzata da estese brughiere (fra le più meridionali d'Europa), che si evolvono verso boschi di pini silvestri e betulle, di querce e carpini.

Bosco di Cesate
Bosco della Giretta

Gestita dall'associazione di volontariato "La Risorgiva", l'intera area è suddivisa in zone funzionali (area forestata, area bimbi, area attrezzata per lo sport, area pic-nic, area umida formata dal fontanile Cagapess e dal laghetto, orti del tempo libero, area riservata ai cani) ed è attraversata da percorsi ciclo-pedonali oltre che da corsi d'acqua. Nel mese di ottobre 2004 è stato inaugurato un nuovo lotto del Bosco che ha portato la superficie del Bosco a 24 ettari circa. Nel 2007 è stato realizzato l'apiario.

Bosco della Giretta

tratteggio